SHARE
FOO FIGHTERS

Era ancora il 2017, quando dalle prime indiscrezioni sulle band che avrebbero partecipato al FIRENZE ROCKS 2018, sapevamo che sarebbe stato grande, ma una cosa è pensarlo ed un’altra è viverlo.

Dal 14 al 17 giugno 2018 grossi nomi si alternano sul questo fortunatissimo palcoscenico dell’Arena di Visarno: FOO FIGHTERS, GUNS N’ ROSES, IRON MAIDEN, OZZY OSBOURNE, come si dice, gente che ha fatto e sta facendo ancora la storia, accompagnati tutti da ottime band di supporto tra le quali spiccano THE KILLS, VOLBEAT, HELLOWEEN, AVENGED SEVENFOLD e JUDAS PRIEST.

 

E’ una lunga ma piacevole attesa quella della prima giornata, il sole splende mentre i roadie si alternano uno dopo l’altro per mettere a punto la strumentazione delle varie band che si esibiranno da lì a poco. Ognuno di loro è già un mito e tra tutti notiamo certamente Sean Cox, forse uno dei più anziani nella scuderia dei FOO FIGHTERS, il quale non perde occasione di scattare lui stesso qualche foto.

Un drone circola ripetutamente nel cielo per osservare il pubblico che si affolla sempre più numeroso.

Nel pomeriggio, comincia la lunga maratona musicale partendo dai MAMA’S ANTHEN e seguiti dai simpaticissimi FRANK CARTER & THE RATTLESNAKES, che sembrano dare il demenziale meglio di se; dai britannici WOLF ALICE; per concludersi con i THE KILLS, capitanati dalla carismatica Alison Mosshart, decisamente una delle più grandi e complete front woman del momento.

Ma Dave Grohl è il grande gladiatore di questa arena. Al suo via si scatena l’inferno!

“Are you fucking ready???” urla. Sono finalmente le ore 21 mentre il pit già impazza, nel reale senso della parola (!), sotto le note di “Run” e “All Of My Life” come vero, trionfante ingresso a cui seguirà una lunga scaletta in un alternarsi continuo di vecchi e nuovi brani tratti dell’ultimo album “Concrete and Gold”.

Dave Grohl sembra in gran forma e la sua voce è ancora potente, nonostante i recenti stress sopportati. Non si risparmia un minuto così come i gli altri membri della band. Dice di amare molto il nostro paese e che ci ritorna ormai da 30 anni, quindi non perde occasione di fare qualche battuta nella nostra lingua, conquistando naturalmente il cuore di tutti.

Geniale trovata la sua versione macchietta di “Imagine/Jump” che non può non farci sorridere.

A metà concerto avviene l’inaspettato, la grande sorpresa, il momento che forse ricorderai a lungo quando torni a casa, magari crogiolandoti nella depressione post concerto.

Qualcosa sta cambiando sul quel palco. Ma cosa sta succedendo???

Dave Grohl sta invitando degli amici? Ma certo! Sono Duff, Slash e Axl dei GUNS AND ROSES!

Il pubblico perde il controllo, forse si sta vivendo un sogno, non un evento reale!

I GUNS ed i FOO FIGHTERS per la prima volta, stanno suonando fianco a fianco e non è una session privata! Axl si lancia in una trascinante “It’s so easy” accompagnato dal boato senza fine del pubblico.

Questo miracolo fa subito il giro del mondo ed entra nella storia, ovviamente.

Ma non è ancora finita l’ondata delle grandi emozioni. Assistiamo ad una breve ma esilarante conversazione tra Grohl e Taylor Hawkins. Grohl si mette alla batteria mentre Hawkins addomestica il pubblico alla Freddie Mercury nel Live Aid. Partono le note di “Under Pressure”,  i nuovi eroi prendono il posto di vecchi eroi mai dimenticati e a tutti tanta voglia di piangere.

E poi “Wheels”, “Breakout”, “Dirty Water”. Si spengono le luci, il concerto sembra essere finito. La band si ferma per qualche minuto. Dal camerino un video in diretta dove Grohl sta decidendo con Hawkins quante canzoni fare ancora in bis, ma in quel breve meeting anche Axl e la figlia di Grohl, Harper, hanno da dire la loro e alla fine si concordano per tre brani.

“Times Like These”, “This Is A Call” ed “Everlong”, concludono questa lunga, indimenticabile maratona.

Avremo tutti un bel ricordo e non importa quanto ci sia costato il grande sforzo o la stanchezza, abbiamo solo voglia di ricominciare tutto da capo.

FOO FIGHTERS, a quando il prossimo concerto?

 

Lascia un commento

commenti

SHARE
Articolo PrecedenteGUNS N’ ROSES: intero show a Berlino (video)
Articolo SuccessivoKRISIUN: il lyric video di “A Thousand Graves”
Marcella D’Amore
Marcella D’Amore è artista/pittrice Italiana. Nasce a Roma nel 1965 e si diploma al II Liceo Artistico Statale di Roma nel 1983. Dopo il liceo comincia subito a dipingere, indirizzandosi verso uno stile figurativo paesaggistico. Tra il 1984 ed il 1987 si trasferisce a vivere a Londra ed una volta rientrata a Roma, frequenta le gallerie e i centri culturali della capitale. Dagli anni 90 ai 2000, partecipa a diverse collettive e mostre personali. Durante questo periodo un’altra delle sue passioni, quella per il cinema, cresce con sua grande soddisfazione. Diventa dunque attrice e figurante in film come : ” La Passione di Cristo” di Mel Gibson, “Ocean’s Twelve” di Steven Soderbergh , “Mission Impossible 3” di JJ Abrams , nella serie tv “Roma ” e in un gran numero di fiction e film italiani. Nel 2007 si trasferisce nelle vicinanze di Termoli, Molise. La sua pittura che fino ad allora aveva rappresentato soggetti di giardini inglesi, campagne in fiore, marine con barche a secco, trabocchi; ha una svolta con un cambiamento di stile radicale nel 2011, quando nella sua ambizione di sperimentare nuove tecniche, si orienta verso l’arte contemporanea sfociando nel simbolismo e nell’informale. Attualmente sta continuando a lavorare su questo progetto

Nessun Commento