SHARE
OZZY OSBOURNE

Ozzy Osbourne ha deciso di cancellare tutte le date statunitensi del No More Tours 2, per ragioni di salute.

In aprile come già annunciato, sarà sottoposto ad un trattamento per il morbo di Parkinson, di cui è affetto, in una clinica in Svizzera. Le cure dureranno almeno sei o otto settimane.

Osbourne ha dichiarato in merito:

“Sono così grato che tutti sono stati così pazienti perché ho avuto un anno di merda. Sfortunatamente,  potrò andare in Svizzera per un trattamento non prima di aprile e il trattamento dura sei-otto settimane.

“Non voglio iniziare un tour e poi cancellare gli spettacoli all’ultimo minuto, dato che non è giusto per i fan. Preferirei ottenessero un rimborso ora e non nel corso del tour in Nord America. Tutti coloro che hanno acquistato un biglietto per questo tour, erano i primi in fila in quel momento”.

Nulla è stato accennato invece a riguardo delle date europee, programmate con i JUDAS PRIEST  per la fine dell’anno.

Ad ogni modo Ozzy Osbourne non mancherà di continuare a promuovere il suo nuovo album, “Ordinary Man” in uscita il prossimo 21 febbraio.

SHARE
Articolo PrecedenteMACHINE HEAD: ascolta la nuova ‘Circle The Drain’
Articolo SuccessivoPEARL JAM: ascolta la nuova ‘Superblood Wolfmoon’
Marcella D’Amore
Marcella D’Amore è artista/pittrice Italiana. Nasce a Roma nel 1965 e si diploma al II Liceo Artistico Statale di Roma nel 1983. Dopo il liceo comincia subito a dipingere, indirizzandosi verso uno stile figurativo paesaggistico. Tra il 1984 ed il 1987 si trasferisce a vivere a Londra ed una volta rientrata a Roma, frequenta le gallerie e i centri culturali della capitale. Dagli anni 90 ai 2000, partecipa a diverse collettive e mostre personali. Durante questo periodo un’altra delle sue passioni, quella per il cinema, cresce con sua grande soddisfazione. Diventa dunque attrice e figurante in film come : ” La Passione di Cristo” di Mel Gibson, “Ocean’s Twelve” di Steven Soderbergh , “Mission Impossible 3” di JJ Abrams , nella serie tv “Roma ” e in un gran numero di fiction e film italiani. Nel 2007 si trasferisce nelle vicinanze di Termoli, Molise. La sua pittura che fino ad allora aveva rappresentato soggetti di giardini inglesi, campagne in fiore, marine con barche a secco, trabocchi; ha una svolta con un cambiamento di stile radicale nel 2011, quando nella sua ambizione di sperimentare nuove tecniche, si orienta verso l’arte astratta sfociando nel simbolismo e nell’informale e soprattutto nella pop art, che sta tuttora sviluppando in un progetto dedicato principalmente al mondo della musica.

Nessun Commento