SHARE
DAVE GROHL

Ebbene si, quello strano account chiamato “Dave’s True Stories” apparso su Instagram la scorsa settimana, non è un fake o una simulazione.

In pochissimi giorni aveva ottenuto un altissimo numero di “follower” da tutto il mondo, ma senza pubblicare alcun post.

Poi all’improvviso ecco apparire un paio di giorni fa il primo, che è in realtà una simpatica lettera di presentazione.

La rockstar dice “di essere a corto di lavoro al momento e che ha pensato di occupare il suo tempo a scrivere delle piccole storie che faranno sorridere la gente”.

I commenti di benvenuto sono arrivati a valanga ed i presunti messaggi privati, neppure ad immaginarlo!

Il povero Grohl avrà già il telefono incandescente, ma poco male.

Forse ci voleva davvero una pandemia mondiale per far decidere Dave Grohl ad aprire un social account personale, dal momento che in passato aveva più volte dichiarato che i social sono utili per ottenere o dare informazioni, mentre lui, che si conosce bene, personalmente li ha sempre evitati perché in men che non si dica ne sarebbe stato subito schiavo, una mania peggiore di quella per lui per Star Wars o gli per X-Files, per intenderci.

Ma sappiamo anche che Grohl è un ottimo osservatore del mondo e di gran lunga più colto di quello che fa noi credere.

Dave Grohl è amante della scienza quanto della fantascienza e ha dichiarato in varie occasioni che avendo avuto per madre un’insegnante, nonostante il ritiro dalla scuola all’età di 16 anni, è stato ed è un avido lettore in realtà sin da quando era bambino.

Da accanito lettore il passo ad autore/scrittore non è stato poi così difficile. Come dato di partenza infatti, abbiamo potuto già osservare che non mancano in diverse delle sue canzoni e neppure le più conosciute, testi ricercati ed ermetici.

Dunque non è escluso che Dave Grohl dopo, la musica, la regia, la cucina, ora, se pur per ammazzare il tempo, voglia dedicarsi anche alla letteratura.

Ma attendiamo l’esito della sua prima storia e staremo a vedere.

To be continued…

SHARE
Articolo PrecedenteFOO FIGHTERS: un album a prova di fantasma
Articolo SuccessivoKING CRIMSON: morto il batterista
Marcella D’Amore
Marcella D’Amore è artista/pittrice Italiana. Nasce a Roma nel 1965 e si diploma al II Liceo Artistico Statale di Roma nel 1983. Dopo il liceo comincia subito a dipingere, indirizzandosi verso uno stile figurativo paesaggistico. Tra il 1984 ed il 1987 si trasferisce a vivere a Londra ed una volta rientrata a Roma, frequenta le gallerie e i centri culturali della capitale. Dagli anni 90 ai 2000, partecipa a diverse collettive e mostre personali. Durante questo periodo un’altra delle sue passioni, quella per il cinema, cresce con sua grande soddisfazione. Diventa dunque attrice e figurante in film come : ” La Passione di Cristo” di Mel Gibson, “Ocean’s Twelve” di Steven Soderbergh , “Mission Impossible 3” di JJ Abrams , nella serie tv “Roma ” e in un gran numero di fiction e film italiani. Nel 2007 si trasferisce nelle vicinanze di Termoli, Molise. La sua pittura che fino ad allora aveva rappresentato soggetti di giardini inglesi, campagne in fiore, marine con barche a secco, trabocchi; ha una svolta con un cambiamento di stile radicale nel 2011, quando nella sua ambizione di sperimentare nuove tecniche, si orienta verso l’arte astratta sfociando nel simbolismo e nell’informale e soprattutto nella pop art, che sta tuttora sviluppando in un progetto dedicato principalmente al mondo della musica.

Nessun Commento