SHARE

Lo scorso 16 aprile, Matt Cameron, il batterista ed uno dei fondatori dei SOUNDGARDEN, ora batterista dei PEARL JAM, ha condiviso il video del  singolo, “Down The Middle” estratto dal suo primo album da solista.

Il musicista ha dato conferma della prossima pubblicazione dell’album nel suo profilo instagram, ma non ha fatto alcun cenno della data.

 L’unica cosa fino ad ora certa è che Cameron, per questo lavoro, si avvale della collaborazione di alcuni noti nomi e buoni amici del panorama grunge e rock.

Abbiamo Buzz Osborne alla chitarra, Steven McDonald al basso e Dale Crover (noto anche per essere stato uno dei primi batteristi dei NIRVANA) alla batteria dei MELVINS;

Taylor Hawkins alla batteria dei FOO FIGHTERS; ed il produttore Toshi Kasai, chitarrista e più volte collaboratore dei MELVINS.

In “Down The Middle” figurano entrambi Buzz Osborne  e Steven McDonald.

Guarda il video.  

SHARE
Articolo PrecedenteFOO FIGHTERS: artisti britannici suonano ‘Times Like These’
Articolo SuccessivoPUDDLE OF MUDD: cover virale di ‘About a Girl’
Marcella D’Amore
Marcella D’Amore è artista/pittrice Italiana. Nasce a Roma nel 1965 e si diploma al II Liceo Artistico Statale di Roma nel 1983. Dopo il liceo comincia subito a dipingere, indirizzandosi verso uno stile figurativo paesaggistico. Tra il 1984 ed il 1987 si trasferisce a vivere a Londra ed una volta rientrata a Roma, frequenta le gallerie e i centri culturali della capitale. Dagli anni 90 ai 2000, partecipa a diverse collettive e mostre personali. Durante questo periodo un’altra delle sue passioni, quella per il cinema, cresce con sua grande soddisfazione. Diventa dunque attrice e figurante in film come : ” La Passione di Cristo” di Mel Gibson, “Ocean’s Twelve” di Steven Soderbergh , “Mission Impossible 3” di JJ Abrams , nella serie tv “Roma ” e in un gran numero di fiction e film italiani. Nel 2007 si trasferisce nelle vicinanze di Termoli, Molise. La sua pittura che fino ad allora aveva rappresentato soggetti di giardini inglesi, campagne in fiore, marine con barche a secco, trabocchi; ha una svolta con un cambiamento di stile radicale nel 2011, quando nella sua ambizione di sperimentare nuove tecniche, si orienta verso l’arte astratta sfociando nel simbolismo e nell’informale e soprattutto nella pop art, che sta tuttora sviluppando in un progetto dedicato principalmente al mondo della musica.

Nessun Commento